AUSER Toscana
AUSER main

Firenze

Contatore visite Riduci

CONTATORE VISITE
   (dal 9/2/2017)
                        
      contatore presenze sito
Auser Signa Riduci
AUSER FILO D'ARGENTO Riduci






Il Filo d'argento con il numero verde gratuito
800-995988,
 attivo tutto l’anno dalle 8 alle 20 su tutto il territorio nazionale,  è lo strumento principale con cui Auser realizza le attività di sostegno e protezione e attraverso il quale gli anziani possono richiedere aiuto e venire in contatto con le strutture Auser del territorio.

Gli interventi di sostegno riguardano: accompagnamento protetto con auto, consegna pasti a domicilio, consegna spesa e farmaci, piccoli aiuti in casa, disbrigo pratiche burocratiche, compagnia telefonica, compagnia a casa, attività di socializzazioni presso case di riposo e Rsa.


Base Riduci


_____________________________________________




____________________________________________________




______________________________________



Questa è la nuova tessera AUSER per il 2017:



______________________________________________________



________________________________________________________




________________________________


Ritrova tutte le notizie 


nella pagina "Archivio" del sito!






































































































































































































































































































































Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Arriva il 2015 e con il nuovo anno è presentata anche la nuova programmazione di corsi e conversazioni organizzati da Auser Campi Bisenzio nell'ambito dell'ormai consolidato “Il tempo ritrovato”.


Il programma, come sempre, si compone di due parti: una dedicata alle conferenze presso la sede di Villa Montalvo di norma tenute il mercoledì pomeriggio e una riservata ai corsi.


L'inizio delle conferenze è previsto per il 14 gennaio, per continuare fino a fine marzo; gli argomenti sono tra i più vari e coprono moltissimi campi di interesse: dalla cultura giapponese alla storia dell'antica Grecia, lo sbarco dei padri pellegrini negli Stati Uniti d'America, il barocco siciliano, i Templari a Firenze e poi ovviamente fatti riguardanti la storia di Firenze e di Campi.

Diversi incontri avranno come seguito naturale una visita guidata, come la conferenza sulla Toscana nella preistoria, seguita dalla visita al Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze o quella sul sole e il clima terrestre a cui faranno seguito una gita alla villa “Il gioiello”, ultima dimora di Galileo Galilei e al consorzio LaMMA di Sesto Fiorentino.

Se questo è il ricco programma delle conferenze (tutte ad ingresso gratuito con le visite riservate ai soci Auser), l'associazione – alla quale è stato assegnato il bollino verde, certificato di qualità per le attività culturali e formative nel 2014 - non tralascia neanche la possibilità di iscriversi ai corsi.

I temi sono la filosofia, la scrittura creativa, l'educazione musicale, l'informatica per principianti e i corsi di lingue: inglese, sia per principianti assoluti, che nella forma della libera conversazione, spagnolo e la novità del tedesco, anch'esso per principianti assoluti.


Alleghiamo il programma completo, ricordando che per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all'associazione con sede in Villa Montalvo a Campi Bisenzio (Via di Limite 15, il lunedì e giovedì 15.30-18.00), tel 055-8979943, oppure inviare una mail all'indirizzo auser.campibisenzio@virgilio.it .


Dopo Campi Bisenzio, anche Auser Filo d'Argento Signa ha inaugurato il suo nuovo programma di attività culturali “In panchina? No grazie!!!”.



Gli incontri avranno cadenza settimanale, ogni giovedì pomeriggio fino a giungo e toccheranno argomenti molto eterogenei: dall'Eneide, alla botanica, ma anche lirica, storia, filosofia e archeologia.
Sono previste inoltre visite guidate alla Villa di Poggio a Caiano, al Museo Enrico Caruso di Villa Bellosguardo, a Palazzo Pitti e al tumulo di Montefortini a Comeana e alla necropoli di Prato Rosello ad Artimino.
Da aprile si aggiungeranno anche le passeggiate all'aria aperta del mercoledì pomeriggio guidate da Antonio Morganti.
Le conferenze sono ad ingresso libero e le visite sono riservate ai soci Auser.
La nuova presidente Egle Neri ricorda che la sede in via delle Terre Cotte è aperta tutti i lunedì pomeriggio dalle 16.00 e che durante gli orari di apertura si tengono corsi di ricamo, maglia, uncinetto e attività di bricolage.
Auser Signa è infine presente anche su Facebook, all'indirizzowww.facebook.com/ausersigna



Leggi o scarica il programma completo degli incontri

Dopo Campi Bisenzio, anche Auser Filo d'Argento Signa ha inaugurato il suo nuovo programma di attività culturali “In panchina? No grazie!!!”.



Gli incontri avranno cadenza settimanale, ogni giovedì pomeriggio fino a giungo e toccheranno argomenti molto eterogenei: dall'Eneide, alla botanica, ma anche lirica, storia, filosofia e archeologia.
Sono previste inoltre visite guidate alla Villa di Poggio a Caiano, al Museo Enrico Caruso di Villa Bellosguardo, a Palazzo Pitti e al tumulo di Montefortini a Comeana e alla necropoli di Prato Rosello ad Artimino.
Da aprile si aggiungeranno anche le passeggiate all'aria aperta del mercoledì pomeriggio guidate da Antonio Morganti.
Le conferenze sono ad ingresso libero e le visite sono riservate ai soci Auser.
La nuova presidente Egle Neri ricorda che la sede in via delle Terre Cotte è aperta tutti i lunedì pomeriggio dalle 16.00 e che durante gli orari di apertura si tengono corsi di ricamo, maglia, uncinetto e attività di bricolage.
Auser Signa è infine presente anche su Facebook, all'indirizzowww.facebook.com/ausersigna



Leggi o scarica il programma completo degli incontri

In seguito all'incontro in collaborazione con  con l'Arma dei Carabinieri, previsto dal programma "Anziami insieme al Circolo", si pubblica l'utile opuscolo redatto dall'Auser di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d'Elsa "Occhio alle truffe".
Al suo interno sono riassunti una serie di consigli utili per aiutare a prevenire e combattere spiacevoli episodi.
L'incontro della scorsa settimana ha visto una partecipazione numerosa e la presenza dei sindaci dei due comuni e del Presidente di Auser Territoriale Renato Boni.
Per un resoconto dettagliato si rimanda all'articolo pubblicato su "Il Gazzettino del Chianti".

Opuscolo "Occhio alle truffe!!"
In seguito all'incontro in collaborazione con  con l'Arma dei Carabinieri, previsto dal programma "Anziami insieme al Circolo", si pubblica l'utile opuscolo redatto dall'Auser di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d'Elsa "Occhio alle truffe".
Al suo interno sono riassunti una serie di consigli utili per aiutare a prevenire e combattere spiacevoli episodi.
L'incontro della scorsa settimana ha visto una partecipazione numerosa e la presenza dei sindaci dei due comuni e del Presidente di Auser Territoriale Renato Boni.
Per un resoconto dettagliato si rimanda all'articolo pubblicato su "Il Gazzettino del Chianti".

Opuscolo "Occhio alle truffe!!"
In seguito all'incontro in collaborazione con  con l'Arma dei Carabinieri, previsto dal programma "Anziami insieme al Circolo", si pubblica l'utile opuscolo redatto dall'Auser di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d'Elsa "Occhio alle truffe".
Al suo interno sono riassunti una serie di consigli utili per aiutare a prevenire e combattere spiacevoli episodi.
L'incontro della scorsa settimana ha visto una partecipazione numerosa e la presenza dei sindaci dei due comuni e del Presidente di Auser Territoriale Renato Boni.
Per un resoconto dettagliato si rimanda all'articolo pubblicato su "Il Gazzettino del Chianti".

Opuscolo "Occhio alle truffe!!"
 Laboratori Multidisciplinari
Musica. Danza. Teatro. Fotografia. Disegno

L'Auser Territoriale, partner attiva del progetto "L'abilità Diversa: Gli Altri Noi Stessi"  approvato dal CESVOT, sta collaborando con altri partner e con il coinvolgimento dell'associazioni di base per la realizzazione delle molteplici iniziative programmate.

Un progetto molto ambizioso che si articola in varie fasi e su diversi argomenti, coordinato dall'associazione Alter Ego, la quale si avvale anche di diversi fornitori di spettacoli noti e sperimentati nel campo della Abilità Diversa  (è il caso del gruppo di Vicchio) che sta programmando anche nel Mugello diversi spettacoli teatrali, in collaborazione con le scuole ed i Comuni.

A Lastra a Signa, l'Auser ha voluto sperimentare i laboratori Multidisciplinari di Danza e di Musica che si terranno nel salone della sede, in via Togliatti ,37 , il  14/21/28 marzo dalle ore 9.00 alle 13.00.




 



 Laboratori Multidisciplinari
Musica. Danza. Teatro. Fotografia. Disegno

L'Auser Territoriale, partner attiva del progetto "L'abilità Diversa: Gli Altri Noi Stessi"  approvato dal CESVOT, sta collaborando con altri partner e con il coinvolgimento dell'associazioni di base per la realizzazione delle molteplici iniziative programmate.

Un progetto molto ambizioso che si articola in varie fasi e su diversi argomenti, coordinato dall'associazione Alter Ego, la quale si avvale anche di diversi fornitori di spettacoli noti e sperimentati nel campo della Abilità Diversa  (è il caso del gruppo di Vicchio) che sta programmando anche nel Mugello diversi spettacoli teatrali, in collaborazione con le scuole ed i Comuni.

A Lastra a Signa, l'Auser ha voluto sperimentare i laboratori Multidisciplinari di Danza e di Musica che si terranno nel salone della sede, in via Togliatti ,37 , il  14/21/28 marzo dalle ore 9.00 alle 13.00.




 



 Laboratori Multidisciplinari
Musica. Danza. Teatro. Fotografia. Disegno

L'Auser Territoriale, partner attiva del progetto "L'abilità Diversa: Gli Altri Noi Stessi"  approvato dal CESVOT, sta collaborando con altri partner e con il coinvolgimento dell'associazioni di base per la realizzazione delle molteplici iniziative programmate.

Un progetto molto ambizioso che si articola in varie fasi e su diversi argomenti, coordinato dall'associazione Alter Ego, la quale si avvale anche di diversi fornitori di spettacoli noti e sperimentati nel campo della Abilità Diversa  (è il caso del gruppo di Vicchio) che sta programmando anche nel Mugello diversi spettacoli teatrali, in collaborazione con le scuole ed i Comuni.

A Lastra a Signa, l'Auser ha voluto sperimentare i laboratori Multidisciplinari di Danza e di Musica che si terranno nel salone della sede, in via Togliatti ,37 , il  14/21/28 marzo dalle ore 9.00 alle 13.00.




 



La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”




La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”




La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”




La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”




La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”



La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”



La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”



La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”



La neonata associazione Ex Libris, ultima affiliata alla rete Auser, ci presenta il suo ricco programma di incontri dedicati a Dante Alighieri.
Il primo appuntamento “Firenze, Dante, la Divina Commedia: un identikit “sarà giovedì 5 novembre alle ore 16.30.
I ritrovi avranno cadenza mensile e saranno comprese anche due visite a Firenze alla scoperta delle strade di Dante e del Battistero.
Gli incontri, a cura di Cecilia Nubié, si terranno presso la sede dell’AUSER in Via Pasolini 101 a Sesto Fiorentino. Per le visite a Firenze il ritrovo è alla Stazione Centrale di Sesto Fiorentino.

Consulta il programma completo “Il grande viaggio di Dante Alighieri”



L’Auser si rinnova nella continuità.

Il nostro ventennale impegno di aiuto alla persona, con una particolare attenzione alle problematiche della terza età, da questo autunno e per tutto il prossimo anno, ai suoi tradizionali interventi aggiunge un programma di comunicazione sulle diverse problematiche sanitarie che interessano gli anziani e nona solo.

L’ iniziativa frutto della collaborazione tra il Coordinamento Auser di Firenze e la struttura Territoriale è rivolta ai nostri soci e a tutta la cittadinanza interessata. Si avvarrà di una rete di esperti volontari che rispondono alle domande poste.

Iniziamo affrontando il tema della vaccinazione antinfluenzale: un problema di grande attualità per i rischi che soprattutto i soggetti deboli possono incontrare nei prossimi freddi mesi invernali.

Lo scopo è quello di mettere in evidenza, con dati alla mano, l’importanza di vaccinarsi e smontare luoghi comuni che purtroppo fanno ancora presa su parte della popolazione restia a vaccinarsi.

Le domande e le conseguenti risposte dei nostri esperti volontari permetteranno di creare un colloquio permanente attraverso i nostri siti Web:


Auser Territoriale Firenze (cliccando alla voce contatti e scrivendo)

Auser Coordinamento Firenze (cliccando alla voce contatti e scrivendo )

Oppure utilizzando le seguenti email:

firenze@auser.toscana.it 

ausercoordinamentofirenze0@gmail.com






L’Auser si rinnova nella continuità.

Il nostro ventennale impegno di aiuto alla persona, con una particolare attenzione alle problematiche della terza età, da questo autunno e per tutto il prossimo anno, ai suoi tradizionali interventi aggiunge un programma di comunicazione sulle diverse problematiche sanitarie che interessano gli anziani e nona solo.

L’ iniziativa frutto della collaborazione tra il Coordinamento Auser di Firenze e la struttura Territoriale è rivolta ai nostri soci e a tutta la cittadinanza interessata. Si avvarrà di una rete di esperti volontari che rispondono alle domande poste.

Iniziamo affrontando il tema della vaccinazione antinfluenzale: un problema di grande attualità per i rischi che soprattutto i soggetti deboli possono incontrare nei prossimi freddi mesi invernali.

Lo scopo è quello di mettere in evidenza, con dati alla mano, l’importanza di vaccinarsi e smontare luoghi comuni che purtroppo fanno ancora presa su parte della popolazione restia a vaccinarsi.

Le domande e le conseguenti risposte dei nostri esperti volontari permetteranno di creare un colloquio permanente attraverso i nostri siti Web:


Auser Territoriale Firenze (cliccando alla voce contatti e scrivendo)

Auser Coordinamento Firenze (cliccando alla voce contatti e scrivendo )

Oppure utilizzando le seguenti email:

firenze@auser.toscana.it 

ausercoordinamentofirenze0@gmail.com






Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 

La sala del teatro era fin troppo affollata di giovani e adulti che, in un silenzio carico di emozione, hanno assistito in modo attento e concentrato allo svolgimento dello spettacolo, applaudendo molto spesso nei momenti più intensi. Ospite d'onore nella serata la presidente dell'Associazione Artemisia, Teresa Bruno, che ha parlato tra l'altro dei rapporti di collaborazione tra Auser e la sua associazione, punto di riferimento per le donne e i minori vittime di abusi.

Il teatro induce la riflessione critica, suscita emozione ma nel contempo invita a ragionare, a formarsi una propria opinione sui temi trattati, in questo senso "attiva" nello spettatore la capacità di entrare in relazione col mondo, di non fermarsi alle apparenze e alla superficie. Per questo crediamo che questi eventi siano formativi e importanti sia per chi ha lungamente lavorato per prepararli, sia per gli spettatori di una sera, che sono ritornati a casa arricchiti e forse più consapevoli.

Infine, ci ha fatto molto piacere sentire alcuni spettatori dire che avrebbero cercato altre notizie o sarebbero andati a ricercare altri quadri di Artemisia....diffondere cultura è uno dei nostri obiettivi primari, insieme alla collaborazione e al confronto tra generazioni.

Quindi, grazie ancora a chi ha partecipato e, per coloro che non hanno potuto assistere all'evento, pubblichiamo nella photogallery qualche immagine della serata.

Auser Ex Libris









Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 
Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 
Vogliamo condividere con voi l'esito del progetto CON GLI OCCHI DI ARTEMISIA, realizzato nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre 2015, presso il Teatro della Limonaia. 

Alla serata hanno partecipato in massima parte giovani donne studentesse ed ex studentesse, che hanno letto o recitato monologhi e suonato o cantato brani d'epoca. Tutte brave, appassionate ed entusiaste, ma una parola di particolare elogio è giusto spenderla per Hortencia, che ha interpretato la parte di Artemisia Gentileschi con un pathos e un'intensità degni di una vera attrice. 

La parte musicale dell'evento è stata arricchita dai brani eseguiti per voce e arciliuto da due musicisti, anch'essi impegnati a titolo di volontariato nel progetto. Inoltre, abbiamo avuto il piacere di ascoltare le giovani coriste del Menura Vocal Ensemble, ormai affermate nel panorama coristico locale. 

L'impegno di Auser è stato testimoniato anche dalla sarta Lilia Fioravanti che ha confezionato con maestria il bellissimo abito di scena indossato da Artemisia. 
Con piacere condividiamo il nuovo programma di corsi e laboratori di Auser San Godenzo.
Attività Fisica adattata, cioccolateria, cucito e rammendo, invito all'ascolto della musica sono solo alcune delle attività proposte. Per avere una panoramica completa clicca sul volantino!










Con piacere condividiamo il nuovo programma di corsi e laboratori di Auser San Godenzo.
Attività Fisica adattata, cioccolateria, cucito e rammendo, invito all'ascolto della musica sono solo alcune delle attività proposte. Per avere una panoramica completa clicca sul volantino!










_________________________________________________________________
_________________________________________________________________
_________________________________________________________________
_________________________________________________________________
SCHEMA ORGANIZZATIVO Riduci

Renato Boni
Presidente
renato.boni@auser.toscana.it
cell Auser 3406329757
cell 3343150317

Clara Scelsa
Vicepresidente 
Vicaria
clara.scelsa@auser.toscana.it
cell. 3409659010

Alfiero Ciampolini
Vicepresidente
alfiero.ciampolini@hotmail.com
 cell 3357773839

Andrea Barducci
Responsabile organizzazione

abarducci@auser.toscana.it  
tel. 055440190


Rosetta Gulisano
Responsabile dei servizi e della contabilità

rgulisano@libero.it 

 tel. 055440190
cell. 3406337340

Laura Santini 
Responsabile amministratore

firenze@auser.toscana.it
tel. 055440190

Paolo Pandolfi e
Remo Giannelli

Responsabili comunicazione
giannelli.auser@gmail.com
cell. 333 9729130



CARTA DEI VALORI Riduci
Auser Coordinamento Firenze Riduci




AUSER VOLONTARIATO FIRENZE - Via Pier Paolo Pasolini, 105 - SESTO FIORENTINO CAP 50019 (FI)
Tel :055440190 - Fax 0554489956 - Email: firenze@auser.toscana.it - c.f. 94041440481

Copyright 2010 by Infotec s.a.s.